Quando si apre la pesca al tonno?

Published by Charlie Davidson on

Quando si apre la pesca al tonno?

Ogni anno a partire dal 16 giugno al 14 ottobre (estremi compresi) si aprono le quote per la pesca al tonno rosso. Ma esattamente cosa sono le famose quote tonno? Ogni nazione ha una propria quota tonno ovvero un quantitativo espresso solitamente in tonnellate che può catturare complessivamente nel periodo di apertura.

Dove si pesca il tonno?

La pesca sportiva al tonno ha assunto nel Mediterraneo dimensioni gigantesche. Non c’è regione ove non sia presente una discreta la schiera di appassionati. Inizialmente solo nell’ Adriatico poi nel Tirreno e nel Lazio, ma ora anche Calabria Sicilia, la pesca al tonno in drifting sta assumendo contorni rilevanti.

Quando finisce la pesca al tonno rosso?

Il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, con proprio decreto datato 3 agosto, ha disposto la chiusura definitiva, per l’anno 2021, della campagna di pesca sportiva/ricreativa di questa specie ittica essendo stato raggiunto a livello nazionale il numero di catture stabilite dall’Unione Europea.

Come si fa la pesca al tonno?

Innesca esca viva, come merlano o aringhe, attraverso la punta del muso. Metti l’esca a diverse altezze per creare un insieme attraente, disponendo i terminali più corti per primi e quelli più lunghi e profondi per ultimi, in modo che non si aggroviglino.

Quanto costa al kg il tonno rosso?

Il prezzo del tonno rosso varia a seconda del periodo dell’anno. Se all’ingrosso i tonni si comprano tra i 12 ed i 16 euro al Kg, al dettaglio il prezzo puo’ variare dai 15 ai 40 euro al Kg.

Dove si pesca il tonno rosso?

Il tonno rosso vive nelle acque temperate ed è tipico dell’Oceano Atlantico, ma il mar Mediterraneo, insieme al Golfo del Messico, funge da fondamentale “nursery”.

Come trovare i tonni?

L’esca migliore per i tonni è quella naturale sia viva che morta: principalmente sgombri, cefali e calamari, ma anche le esche artificiali danno buoni risultati.

Dove si pesca il tonno in Sicilia?

Nelle tonnare siciliane (Trapani, Favignana, Capo Passero, Formica, Bonagia, Scopello, Castellammare del Golfo, San Vito Lo Capo, Portopalo e Capo Granitola) e in quelle sarde (Sant’Antioco, Carloforte) nei secoli le più floride e importanti del Mediterraneo, la pesca avveniva attraverso la mattanza.

Come pescare i tonni con la canna?

La canna ideale per questa tecnica di pesca é una canna lunga tra i 2 e 2.20m con una potenza da 50 sino a 80 libbre. Gli anelli della canna devono essere preferibilmente a carrucola per poter dare al filo la libertà di scorrere a grande velocità senza riscaldarsi o rovinarsi durante le partenze del pesce.

Come si pesca il tonno da riva?

Per pescare gli alletterati si utilizzano canne da surf casting o da spinning lunghe 3 metri. Sono da preferire le canne da spinning che sono più leggere ideali per leggerezza da tenere sempre in mano e lanciare e recuperare ripetutamente.

Quanto costa al Kg un tonno fresco?

Bene, i filetti di tonno fresco sono sicuramente tutt’altra cosa. E ce ne accorgiamo anche dal prezzo, considerato che sul mercato viaggiano nell’ordine dei 30/35 euro al chilogrammo.

Qual è il tonno più pregiato?

Thunnus thynnus
Tra i vari tipi di tonno il più pregiato è sicuramente il tonno rosso (Thunnus thynnus o Bluefin tuna), così chiamato per il colore rosso scuro delle sue carni.

Categories: Blog